Home / Elena Ceste / Elena Ceste: 30 anni di carcere per Michele Buoninconti
cronaca nera michele

Elena Ceste: 30 anni di carcere per Michele Buoninconti

Michele Buoninconti è stato processato con rito abbreviato a porte chiuse. Il Pubblico Ministero ha chiesto trenta anni di carcere per Michele Buoninconti.

Nessuno crede più alle frottole che inventa Michele Buoninconti  quando cerca di ricostruire la mattinata nella quale sparì sua moglie Elena Ceste.  L’uomo continua a professarsi innocente ma tanti elementi gravano a suo sfavore.

Il Pubblico Ministero di Asti, Deodato Laura, dopo aver ricostruito per quattro ore la vicenda di Michele Buoninconti spiegando come ha ucciso preintenzionalmente ed occultato il cadavere della moglie Elena Ceste, chiede 30 anni di carcere per il detenuto ritenuto colpevole per aver commesso il fatto. Questa è la pena massima che si può dare in caso di rito abbreviato. Il rito abbreviato si svolge a porte chiuse.

Inoltre la famiglia di Elena Ceste, durante l’udienza ha chiesto a Michele Buoninconti un risarcimento civile pari a due milioni di euro. Sicuramente ora gli avvocati di Michele Buoninconti cercheranno di patteggiare per ricevere uno sconto della pena inflittagli.

Michele Buoninconti, al momento della condanna è rimasto impassibile. La Deodato durante l’udienza ha asserito che le indagini sono state effettuate in maniera ineccepibile quindi per questo ritiene che l’imputato sia colpevole.

Guarda Anche

cronaca nera omicidio suicidio

Coppia si uccide perchè non è in grado di pagare il mutuo!

Lucio Leonelli ha sparato alla moglie e si è suicidato. La coppia non riusciva a pagare il mutuo ed ai vicini ha detto che sarebbe partita in Bulgaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...