Home / Cronaca Nera / Bulli fra i banchi, accuse di rapina, lesioni ed estorsione a scuola
bullismo

Bulli fra i banchi, accuse di rapina, lesioni ed estorsione a scuola

Indagati 2 ragazzini che minacciavano i compagni di classe per estorcere denaro. I due sono finiti in comunità dopo gli accertamenti della squadra mobile

UDINE – E’ stata eseguita un’ordinanza di collocamento in comunità (decisa dal Tribunale dei Minori di Trieste) per due ragazzini accusati di rapina aggravata, lesioni personali ed estorsione. L ‘indagine, condotta dalla polizia di Udine, ha riguardato una serie di episodi di bullismo avvenuti tra i banchi di scuola.

La vicenda risale a maggio 2014, quando un episodio di cui furono protagonisti due giovani diede il via alle indagini. I due infatti erano riusciti a costringere un giovane a consegnare loro un monile d’oro. Dopo qualche i due baby bulli minacciarono anche alcuni compagni di classe di picchiarli se non avessero dato loro il denaro che chiedevano.

Dalla ricostruzione degli investigatori è emerso che i due giovani erano responsabili di diversi episodi di estorsione nei confronti dei compagni di classe e che avevano eseguito anche durante i percorsi casa-scuola. Finalmente i due ragazzini sono stati raggiunti dalla misura di custodia cautelare che li ha fatti entrare: uno dei due ragazzi era entrato già a luglio mentre l’altro è stato preso dopo che era rientrato dall’estero.

Guarda Anche

cronaca nera incidente

Sbanda con l’auto e finisce contro un palo

La donna che ha sbandato è originaria di Udine e ha 40 anni. Pare sia rimasta abbagliata dal sole ed è finita contromano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...