Home / Cronaca Nera / Antonio Tagliata ha tentato il suicidio in carcere
cronaca nera omicidi

Antonio Tagliata ha tentato il suicidio in carcere

Delitto di Ancona: il killer dei genitori della fidanzata, ha tentato di suicidarsi in carcere. Il motivo? Ha ascoltato delle voci che gli ordinavano di farlo.

Antonio Tagliata, il killer che ha ucciso senza pietà i genitori della fidanzata minorenne ad Ancona  a Novembre del 2015, dopo essere stato arrestato con l’accusa di omicidio, ha tentato il suicidio bevendo della candeggina.

Ricordiamo che Tagliata acquistò una pistola da un albanese per sparare contro i genitori della fidanzatina minorenne perchè si opponevano alla loro relazione. Il killer avrebbe sparato ed ucciso la futura suocera, Roberta Pierini di 49 anni e ferito il padre della fidanzata, Fabio Giacconi il quale è deceduto diverso tempo dopo in ospedale.

Dopo aver esploso i colpi di arma da fuoco, Tagliata è fuggito a bordo di uno scooter insieme alla fidanzata. I due ragazzi sono stati fermati dopo l’omicidio, alla stazione di Falconara Marittima. Antonio Tagliata, ora rinchiuso nel carcere di Ascoli, ha ingerito della candeggina ed è stato subito trasportato in ospedale per accertamenti per poi essere ricondotto in cella.

Il 18enne, secondo quanto riferisce il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, ha ingerito una piccola quantità di candeggina che viene fornita ai detenuti che la usano per lavarsi i capi di abbigliamento.

Antonio Tagliata ha riferito di aver bevuto la candeggina perchè “una voce gli ha consigliato di farlo”. Il legale del detenuto sostiene che da qualche giorno il suo assistito sente delle voci. Potrebbe essere una strategia per ottenere una falsa infermità mentale ed avere uno sconto di pena?

Guarda Anche

cronaca nera omicidi

Padre uccide il figlio dopo una lite!

La tragedia è avvenuta a Napoli. A dare l'allarme è stata la mamma della vittima. Il padre al momento dell'arresto, era in uno stato di shock!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...