Home / Cronaca Nera / 36enne incinta abortisce per lo scoppio della stufa
cronaca nera stufa

36enne incinta abortisce per lo scoppio della stufa

L’esplosione della stufa ha fatto abortire una donna di 36 anni, che è rimasta sconvolta da quanto accaduto.

LENDINARA – Lo scoppio di una stufa ha fatto abortire una donna di 36 anni che si era recata con la famiglia a Lendinara per trascorrere come d’abitudine le ferie natalizie in Polesine e dintorni. La donna era incinta di tre mesi e ancora non riesce a riprendersi da quanto accaduto.

La vicenda è avvenuta l’altra sera a Lendinara, in una piccola abitazione in via Santa Lucia, la stradina che porta dal Santuario a Cavazzana, di proprietà di una donna tedesca che vi era arrivata nel pomeriggio con il figlio 32enne e la moglie 36enne per trascorrere le feste.

L’uomo aveva acceso la stufa a legna intorno alle 18 e vi aveva collegato un boiler. Improvvisamente lo scoppio ha messo una terribile paura ai presenti in casa, tra cui la donna incinta; i tre per fortuna sono riusciti a domare le fiamme. Nel frattempo sono intervenuti i Vigili del fuoco e le autoambulanze del Suem, che hanno trasportato i tre al pronto soccorso dell’ospedale del capoluogo.

La madre e il figlio non hanno riportato conseguenze, mentre la 36enne è rimasta ustionata al volto e, cosa ancora più grave, ha abortito. Il sostituto procuratore Davide Nalin ha deciso di eseguire una perizia sulla stufa che è stata posta sotto sequestro da parte dei militari, mentre i vigili del fuoco hanno confermato che l’abitazione risulta inagibile. Terribile epilogo di quella che doveva essere una vacanza rilassante.

Guarda Anche

cronaca nera incidenti

Camion stritola auto e la spinge verso il guard-rail

La Fiat Punto del 26enne è rimasta incastrata tra camion e guard-rail. Il giovane è stato ricoverato e versa in gravi condizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...