Home / Cronaca Nera / Delitto di Pordenone, indagata la fidanzata di Ruotolo
cronaca nera rosaria

Delitto di Pordenone, indagata la fidanzata di Ruotolo

La ragazza, originaria di Somma Vesuviana, è accusata di favoreggiamento. Mercoledì un nuovo interrogatorio per i due fidanzati.

PORDENONE – Continuano i colpi di scena sul giallo di Pordenone: un nuovo indagato si aggiunge alla lista nell’inchiesta sull’omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza, ed è quello di Rosaria Patrone, la fidanzata di Giosuè Ruotolo, una studentessa di 24 anni.

A renderlo noto è il programma di Raiuno “Storie vere” che ha specificato che la ragazza è accusata di favoreggiamento. Si attendono ancora i risultati del Ris sulle tracce rinvenute su indumenti e in auto e, nell’attesa, Ruotolo e la fidanzata verranno ascoltati nuovamente mercoledì mattina presso la procura di Pordenone.

Le accuse mosse dalla Procura di Pordenone nei confronti di Rosaria Patrone sono favoreggiamento e false attestazioni. Infatti, pare che la ragazza sia caduta in contraddizione nel corso degli interrogatori cui è stata sottoposta durante una trasferta in Campania del pool di investigatori. Adesso, da persona informata sui fatti è indagata, poiché ha taciuto situazioni di cui era a conoscenza avvenute mentre era in corso il delitto.

Sotto osservazione le comunicazioni via sms e le chat in internet tra i due fidanzati prima e dopo il delitto. La procura ha comunque ribadito che la ragazza non è coinvolta nell’omicidio.

Guarda Anche

cronaca nera ruotolo

Tutta la verità sul delitto di Pordenone!

Giosuè Ruotolo ha ucciso Ragone a causa di una discussione verbale sfociata alle mani. Ruotolo in seguito ha maturato la sua vendetta uccidendolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...