Home / Cronaca Nera / Sequestrato anche il nuovo iPad di Ruotolo
cronaca nera giosuè

Sequestrato anche il nuovo iPad di Ruotolo

I carabinieri hanno fatto irruzione nella caserma dove lavora attualmente il giovane militare. I carabinieri hanno sequestrato il nuovo iPad di Ruotolo e gli hanno lasciato solo le schede telefoniche

PORDENONE – Continuano le indagini sul delitto di Pordenone e i controlli sulle attività di Giosuè Ruotolo. I carabinieri hanno fatto irruzione nella caserma dove presta servizio il giovane militare e hanno sequestrato il cellulare e il suo nuovo iPad, lasciandogli in mano soltanto le schede telefoniche. Il ventiseienne di Somma Vesuviana, sospettato di aver ucciso Trifone Ragone e Teresa Costanza, se li era procurati dopo che gli erano stati sequestrati i computer.

L’episodio risale a giovedì pomeriggio: infatti, gli uomini del Nucleo investigativo di Pordenone si sono presentati alla caserma Mittica per effettuare una perquisizione firmata dai sostituti procuratori Matteo Campagnaro e Pier Umberto Vallerin. Il decreto diceva di sequestrare il suo nuovo strumento informatico e il nuovo telefonino. Il sequestro ha preceduto la partenza di Ruotolo per le vacanze di Natale, che trascorrerà in famiglia.

I nuovi supporti informatici non sono i soli strumenti sequestrati dai carabinieri. Prima di essere indagato, infatti, i carabinieri avevano sequestrato a Ruotolo anche cellulari e computer in uso al fratello e alla fidanzata, e anche il telefonino della mamma di quest’ultima.

Guarda Anche

cronaca nera ruotolo

Tutta la verità sul delitto di Pordenone!

Giosuè Ruotolo ha ucciso Ragone a causa di una discussione verbale sfociata alle mani. Ruotolo in seguito ha maturato la sua vendetta uccidendolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...