Home / Cronaca Nera / Aggredito con calci e pugni un conducente di bus
cronaca nera aggressione

Aggredito con calci e pugni un conducente di bus

Ad aggredire il conducente sono state due cittadine albanesi di 23 anni e un marocchino di 25 anni. I tre sono stati arrestati dalla polizia.

UDINE – La polizia ha arrestato due albanesi di 23 anni e un marocchino di 25, tutti e tre residenti in provincia di Udine, per aver aggredito e picchiato l’autista di un autobus di linea. I tre giovani erano davanti a una fermata dell’autobus verso le 8 e hanno chiesto all’autista di aspettare un po’prima di partire per far salire sul mezzo la madre di uno di loro. Il conducente ha atteso proprio qualche minuto ma poi ha deciso di proseguire la corsa.

A quel punto i tre giovani hanno seguito il mezzo a bordo di un’auto e sono saliti sull’autobus quando il conducente ha fatto sosta in una fermata successiva. Così, mentre il mezzo era in moto, i tre hanno raggiunto l’autista e lo hanno aggredito con calci e pugni.

Il conducente per fortuna ha fermato l’autobus evitando qualche altra tragedia anche per i passeggeri che, nel frattempo, hanno chiamato il 113. I tre sono fuggiti a piedi, ma qualche ora dopo la pattuglia delle volanti li ha rintracciati e arrestati. Per loro le accuse sono di danneggiamento aggravato, violenza privata, lesioni, interruzione di pubblico servizio. Uno dei tre è stato anche accusato di violazione delle norme di sorveglianza speciale che gli impongono di non accompagnarsi ad altri soggetti noti alle forze dell’ordine.

L’autista è stato medicato dai sanitari del pronto soccorso ed è stato dichiarato guaribile in cinque giorni.

Guarda Anche

cronaca nera alexander

Alexander Boettcher condannato a 23 anni di carcere

Alexander Boettcher è stato condannato a 23 anni di carcere con l'accusa di lesioni, aggressioni con l'acido e associazione a delinquere, ma lui si dichiara innocente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...