Home / Cronaca Nera / Si cerca la tuta di Giosuè, interrogatorio serrato alla fidanzata
cronaca nera ruotolo

Si cerca la tuta di Giosuè, interrogatorio serrato alla fidanzata

Continua l’interrogatorio alla fidanzata di Giosuè, si cercano ancora i vestiti che, secondo i due commilitoni, il militare indossava la sera dell’omicidio

PORDENONE – L’ennesimo interrogatorio alla fidanzata di Giosuè Ruotolo ha lasciato la giovane spossata. I carabinieri hanno deciso di sentire ancora una volta la ragazza, stavolta senza alcun preavviso. Gli inquirenti infatti si sono recati direttamente a Somma Vesuviana per sottoporla a una nuova raffica di domande sulla sua relazione con Ruotolo, finora unico indagato per il duplice delitto di Pordenone, dove furono uccisi Trifone Ragone e Teresa Costanza.

La giovane è stata portata nella caserma dei carabinieri di Somma Vesuviana ed è stata sottoposta ad un interrogatorio durato 5 ore e 45 minuti, in qualità di persona informata sui fatti. I carabinieri le hanno fatto mille domande: hanno voluto sapere cosa le raccontava il fidanzato dell’ex coinquilino, se lo frequentava ancora, se Trifone era motivo di litigi o di invidie, se era vero che la sera del delitto non le disse nulla del duplice omicidio. E soprattutto, hanno chiesto alla ragazza cosa significasse il messaggio su whatsapp in cui lei dice “hai fatto qualcosa che non mi hai detto?”.

Inoltre, hanno anche chiesto alla giovane se sapesse qualcosa di alcuni capi di abbigliamento di Giosuè, come la tuta acetata che, stando alla testimonianza dei due commilitoni con cui Ruotolo viveva in via Colombo a Pordenone, avrebbe indossato la sera della tragedia. I contenuti del computer e del telefono della ragazza sono ancora sotto l’analisi degli inquirenti.

Guarda Anche

cronaca nera ruotolo

Tutta la verità sul delitto di Pordenone!

Giosuè Ruotolo ha ucciso Ragone a causa di una discussione verbale sfociata alle mani. Ruotolo in seguito ha maturato la sua vendetta uccidendolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...