Home / Cronaca Nera / Avellino, 27enne colpisce i genitori e li uccide
cronaca nera pluriomicidi

Avellino, 27enne colpisce i genitori e li uccide

Il ragazzo è tossicodipendente ed è affetto da problemi psichici. Si presume che dietro il duplice delitto ci sia un coinvolgimento in una setta satanica.

Tragedia a Sturno, paese in provincia di Avellino: un giovane di 27 anni, Ivano Famiglietti, ha ucciso i genitori a colpi di ascia. Il giovane è affetto da problemi psichici ed è anche tossicodipendente. Il ragazzo, che ha aggredito i genitori in casa e li ha finiti all’esterno, dove questi avevano tentato di trovare rifugio, dopo l’omicidio è fuggito e si è nascosto nelle campagne circostanti. I carabinieri lo hanno trovato proprio lì e lo hanno arrestato. Pare che il giovane abbia ucciso prima il padre e poi la madre, martoriandoli con numerosi colpi d’ascia.

Dalle indagini svolte dai carabinieri pare che Famiglietti fosse in contatto con una setta satanica: a rivelarlo sono stati i suoi contatti su Facebook che hanno accertato come il 27enne avesse, in altre occasioni, dato in escandescenze. Infatti, proprio un anno e mezzo fa, Famiglietti aveva anche decapitato la statua di san Michele Arcangelo, patrono di Sturno e di recente aveva anche portato via l’effige del demonio da un’altra statua del santo ubicata in una cappella di campagna.

L’allarme è stato dato da una parente della coppia che da alcuni giorni non vedeva né sentiva i coniugi. Il medico legale ha dedotto dai rilievi che il delitto risale a 24 – 48 ore fa. Famiglietti pare non abbia sedato i genitori prima di ucciderli.

Guarda Anche

cronaca nera ruotolo

Tutta la verità sul delitto di Pordenone!

Giosuè Ruotolo ha ucciso Ragone a causa di una discussione verbale sfociata alle mani. Ruotolo in seguito ha maturato la sua vendetta uccidendolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...