Home / Cronaca Nera / Delitto di Ancona, fermata anche la figlia delle vittime
delitto ancona

Delitto di Ancona, fermata anche la figlia delle vittime

E’ stata trovata la pistola calibro 9 usata da Antonio Tagliata, il 18enne fidanzato della figlia delle due vittime.

Dopo lo sconvolgente omicidio avvenuto ad Ancona, dove è morta la mamma di Roberta Pierini a colpi di pistola e il padre, Roberto Giacconi, è rimasto gravemente ferito, la figlia 16enne è stata interrogata insieme al fidanzato 18enne, quest’ultimo ritenuto l’omicida. Decisivo l’esito dell’interrogatorio avvenuto nella notte, che ha rivelato come la ragazza fosse complice del fidanzato, Antonio Tagliata.

La giovane è stata fermata con l’accusa di concorso nell’omicidio della madre e nel tentato omicidio del padre, che versa in condizioni gravissime nell’ospedale di Torrette. Gli inquirenti hanno riferito che, durante l’interrogatorio, la ragazza ha avuto una atteggiamento freddo e non ha pianto. Inoltre, non ha fatto alcuna dichiarazione di pentimento.

Pare che la relazione tra la 16enne e il ragazzo non fosse vista di buon occhio dai genitori di lei, il padre sottufficiale dell’Aeronautica militare, la madre impiegata. La tragica vendetta sarebbe stata originata da queste divergenze e ha portato il giovane Tagliata ad aggredire i due coniugi, entrambi di 49 anni, ad aggredirli nell’appartamento al terzo piano di via Crivelli. Durante il folle gesto era presente la 16enne, che poi è fuggita assieme al fidanzato su uno scooter. I colpi sparati dal giovane sono stati almeno otto e adesso è stata trovata anche l’arma del delitto in un cassonetto.

Guarda Anche

cronaca nera omicidi

Antonio Tagliata ha tentato il suicidio in carcere

Delitto di Ancona: il killer dei genitori della fidanzata, ha tentato di suicidarsi in carcere. Il motivo? Ha ascoltato delle voci che gli ordinavano di farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...