Home / Cronaca Nera / News sul caso Bozzoli: sentito l’amico di Ghirardini
cronaca nera bossoli

News sul caso Bozzoli: sentito l’amico di Ghirardini

Gli inquirenti che seguono il caso dell’imprenditore bresciano scomparso misteriosamente, Mario Bozzoli, sentono la testimonianza dell’amico di Gherardini.

C’è ancora tanto mistero avvolto intorno alla vicenda dell’imprenditore Mario Bozzoli scomparso nel nulla in circostanze misteriose. In un precedente articolo vi avevamo rivelato che l’anatomopatologa Cristina Cattaneo e Cesare Cibaldi, esperto in metallurgia stavano setacciando tra le scorie dei materiali per cercare possibili tracce di protesi dentarie.

Gli inquirenti non escludono nessuna pista sul caso ma ritengono che la più accreditata sia quella di omicidio colposo. A dare adito a questa teoria, sono stati gli stessi operai presenti quella sera (8 ottobre) nella fonderia. I dipendenti della ditta Bossoli, rivelano di aver  notato una fumata anomala provenire dagli alti forni. Quella stessa sera era presente anche Giuseppe Gherardini, operaio addetto ai forni, trovato morto in circostanze misteriose tre giorni dopo la scomparsa del titolare dell’azienda Bossoli.

Un testimone, amico di Giuseppe Gherardini, rivela agli inquirenti un dettaglio interessante. Nicola Loda rivela che l’11 ottobre è andato a caccia insieme a Gherardini il quale gli ha confidato queste parole: “Io e Giuseppe andammo a caccia insieme e lui mi rivelò un dettaglio molto importante su quanto accadde l’8 ottobre. Mi disse infatti che quel giorno uscì una fumata anomala dalla fonderia e per spegnerla gli operai misero del materiale dentro i forni”.

Pare che Mario Bozzoli non avesse un buon rapporto con i dipendenti della ditta e nè con i parenti che lavorano nel suo interno. Secondo quanto rivelano alcune indiscrezioni, pare che l’uomo non pagava i suoi dipendenti da due mesi. Che cosa è accaduto veramente quella sera? Un litigio andato a sfociare in tragedia?

Guarda Anche

cronaca nera omicidi

Padre uccide il figlio dopo una lite!

La tragedia è avvenuta a Napoli. A dare l'allarme è stata la mamma della vittima. Il padre al momento dell'arresto, era in uno stato di shock!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...