Home / Cronaca Nera / Maltratta i figli e li appende alla ringhiera delle scale
marocchino picchia moglie figli

Maltratta i figli e li appende alla ringhiera delle scale

Il 48enne marocchino pestava la moglie e i figli e appendeva i piccoli nella ringhiera della scala. Ha patteggiato la pena in un anno e sei mesi con la sospensione condizionale.

Un 48enne marocchino, che al suo paese svolgeva la professione di poliziotto, era stato poi allontanato per il vizio del bere. Dal suo paese, il Marocco, andò via 9 anni fa e si trasferì in Italia con tutta la sua famiglia, moglie e 4 figli. L’uomo si insediò nel comune di Valbelluna ma per la moglie e i figli cominciò l’inferno. Il marocchino picchiava continuamente la moglie e la copriva di insulti, ma non risparmiava neanche i più piccoli, che colpiva con violenti cinghiate e li appendeva alla ringhiera del vano scale di casa per non farli scappare.

Le violenze si consumavano all’interno di quella casa senza ribellione da parte della compagna e dei figli, che oltretutto erano ancora tutti minorenni. Sono stati i servizi sociali di Valbelluna a scoprire le violenze che l’uomo infliggeva alla famiglia: il marocchino è stato così allontanato e la famiglia messa sotto protezione.

L’uomo, assistito dal suo legale di fiducia Mina Ombretta Ponticiello del Foro di Belluno, ha patteggiato sabato la pena in un anno e sei mesi in cui è stata prevista la sospensione condizionale visto che è incensurato.

Guarda Anche

cronaca nera nuda

Un uomo condannato dopo tante violenze a moglie e figlia

Dopo circa vent'anni di violenze contro l’ex moglie e la figlia un romeno cinquantenne è stato finalmente condannato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...