Home / Cronaca Nera / Il delitto di Lucia scoperto grazie alla presenza di una mosca
lucia manca omicidio

Il delitto di Lucia scoperto grazie alla presenza di una mosca

A scoprire la verità sul delitto di Lucia fu Stefano Vanin, entomologo famoso per aver risolto diversi casi di cronaca. In questo caso accertò la presenza di una mosca che inchiodò il marito della donna.

TREVISO – Ad accertare la colpevolezza del killer di Lucia Manca è stato l’ingegno di Stefano Vanin, 44enne entomologo trevigiano, oggi docente di biologia forense alla University of Huddersfield. Dopo una laurea a Padova conseguita con brillanti voti ma costretto ad emigrare in Gran Bretagna perché impossibilitato a raggiungere una carriera accademica in Italia, oggi viene chiamato per risolvere casi di cronaca nera tra cui quelli di Yara Gambirasio, Melania Rea, fino a quello di Lucia Manca, la bancaria trevigiana uccisa dal marito il 6 luglio 2011 e poi trovata sotto il viadotto di Cogollo del Cengio.

Vanin ha spiegato come, grazie all’entomologia, ha fornito la prova decisiva per risolvere il delitto e trovare dunque il colpevole: infatti, ciò è stato possibile grazie alla presenza della mosca calliforide. L’entomologo ha detto di essere stato chiamato la sera stessa del ritrovamento del cadavere su cui ha ho individuato delle mosche calliforidi, una specie presente durante la stagione calda.

La presenza degli insetti confermava il frame: quindi ciò significava che la decomposizione era avvenuta in quel luogo. Il cadavere di Lucia era stato spostato subito dopo nel bosco dove poi si era decomposto. Una spiegazione apparentemente semplice che ha portato però alla condanna del marito della donna, Renzo Dekleva, poi condannato a vent’anni di carcere per l’omicidio della moglie.

Guarda Anche

cronaca nera omicidi

Padre uccide il figlio dopo una lite!

La tragedia è avvenuta a Napoli. A dare l'allarme è stata la mamma della vittima. Il padre al momento dell'arresto, era in uno stato di shock!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...