Home / Casi Irrisolti / Pordenone, spunta un testimone per Ruotolo
cronaca nera ruotolo

Pordenone, spunta un testimone per Ruotolo

Si avvicina forse una svolta nel delitto di Pordenone: un testimone ha detto di aver visto spesso Rutolo con Trifone e Costanza fuori dalla palestra.

Altri dettagli si aggiungono nell’intricato puzzle del delitto di Pordenone, che ha visto vittime Trifone Ragone e Teresa Costanza. Forse si avvicina una svolta ma gli inquirenti procedono con calma per capire se sono sulla strada giusta.

L’indagato per duplice omicidio è Giosuè Ruotolo, il militare di Somma Vesuviana amico di Trifone Ragone: pare che, oltre all’arsenale di armi risalente al periodo Prima Guerra Mondiale e trovato nella sua casa, adesso altri indizi potrebbero incastrarlo. Infatti, è da poco la notizia che forse vi è un testimone che ha detto di avere visto spesso Giosuè Rutolo fuori dalla palestra, insieme a Trifone Ragone e Teresa Costanza. 

Il giovane è anche stato iscritto nel centro sportivo “Crisafulli” nei due mesi precedenti al delitto e questo conferma che con Trifone aveva in comune la passione per lo sport, particolare confermato dalla titolare della palestra, Mariarosa Flaiban. Gli inquirenti continuano a indagare senza sosta e adesso stanno analizzando computer,   smartphone e playstation di Ruotolo. Forse la soluzione di questo giallo è vicina, ma gli inquirenti non si pronunciano prima di aver avuto l’esito delle indagini. 

Guarda Anche

cronaca nera ruotolo

Tutta la verità sul delitto di Pordenone!

Giosuè Ruotolo ha ucciso Ragone a causa di una discussione verbale sfociata alle mani. Ruotolo in seguito ha maturato la sua vendetta uccidendolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...